La difesa naturale:  la preparazione dei trattamenti vegetali

Nessuna coltura è immune dagli attacchi delle malattie e dei parassiti. Spesso con l' intervento mirato e l'ausilio di pochi prodotti ecologici, possiamo proteggere le piante in modo sicuro e duraturo intervenendo tempestivamente per cogliere il momento più favorevole all' eliminazione

dell' agente parassitario. I preparati vanno irrorati nelle ore più fresche della giornata, preferibilmente al tramonto, ad eccezione di tutti i preparati a base di equiseto che vanno distribuiti in pieno sole.

E' consigliabile raccogliere le piante meglio esposte al sole che, in genere risultano essere più vigorose, sane e ricche di principi attivi di quelle che crescono all'ombra. Inoltre è preferibile effettuare la raccolta nelle giornate assolate e nel primo pomeriggio quando sono ben asciutte.

Per facilitare l'essiccazione è necessario spezzettare le piante e porle su una superficie ventilata.

Le piante così preparate , vanno poste in luogo ombreggiato e arieggiato, in strati sottili, rivoltando ogni tanto il materiale per evitare la formazione di muffe. Una volta essiccate, le piante vanno riposte in un locale asciutto e in contenitori di stoffa, carta, o cartone, in modo da assicurare la necessaria traspirazione.

 

Macerato

 

Il liquido ideale per la fermentazione è costituito dall'acqua piovana, o l'acqua di fonte

( possiamo usare anche l'acqua del rubinetto). Usiamo contenitori in materiale plastico, legno o cemento, scartado i contenitori metallici o di vetroresina.

Il contenitore per la fermentazione non deve essere chiuso ermeticamente, poiché tale processo, necessita di ricambio d' aria e va mescolato almeno una volta al giorno, Il preparato può essere utilizzato appena il liquido diventa scuro e non da più luogo a formazione di schiuma. (1-2 settim.)

Per ridurre l' odore emanato, aggiungiamo un paio di manciate di terra argillosa, prima di rimescolare il macerato. Filtriamo il macerato con l'aiuto di un sacco di iuta.

 

Decotto

 

Si lascia a bagno la pianta in acqua fredda per 24 ore, quindi si riscalda il tutto a fiamma bassa fino all' ebollizione per circa 20 minuti. quando è raffreddato si filtra.

 

Infuso

 

Sulle erbe raccolte, si versa l'acqua bollente necessaria e si lascia macerare per 24 ore.

 

Estratto

 

 Si lasciano macerare le piante per tre giorni, in acqua a temperatura ambiente e si filtra.