Litotamnio

E’ una polvere di origine naturale ottenuta tritando le alghe rosse della Bretagna, che incrementa e aiuta lo sviluppo della pianta e allo stesso tempo ne aumenta le ‘difese’. Si usa prevalentemente per via fogliare: si miscela in acqua e si spruzza sulla
Litotamnio (Lithothamnium calcareum).

 

 E’ una polvere di origine naturale ottenuta tritando le alghe rosse della Bretagna, che incrementa e aiuta lo sviluppo della pianta e allo stesso tempo ne aumenta le ‘difese’. Si usa prevalentemente per via fogliare: si miscela in acqua e si spruzza sulla pianta fino a coprirla interamente. Questo strato di micro particelle cariche di carbonato di calcio, magnesio e molti altri micro elementi , previene l’attacco di funghi (peronospora , ticchiolatura, oidio) e mette in difficoltà l’apparato masticatore di molti insetti (tignola, altiche, dorifora della patate, ecc). Se ne usa 4 o 5 kg per ogni 100 litri di acqua, ma per il dosaggio conviene sempre leggere attentamente le istruzioni riportate sulla confezione acquistata. Perché sia efficace è utile ripetere il trattamento con una certa frequenza, ma evitate l’abuso perché come sempre ‘il troppo stroppia’ e una quantità eccessiva potrebbe soffocare la pianta. Al tempo stesso se dopo l’irrorazione dovesse piovere, è utile ripetere il trattamento.

Ma le proprietà del litotamnio non sono finite qui! Questa polvere può essere usata anche per dare un po’ di vitalità a terreni privi di vita dove è stato fatto abuso di concimi chimici o per correggere terreni troppo acidi. Dovremo invece fare attenzione a non usarlo in terreni già di per sé eccessivamente calcarei oppure sulle piante che non gradiscono il calcare!

Può inoltre essere usato nella inzaffardatura delle radici, prima delle messa a dimora degli alberi, oppure per mitigare i cattivi odori provenienti dal cumulo del compost o da quelli derivanti dalla preparazione di macerati vegetali, che dopo qualche giorno risultano quasi inavvicinabili a causa delle esalazioni emanate