Maggiolino

 

Si tratta di un grazioso coleottero, di colore bruno rossiccio e di antenne munite di caratteristico ventaglio. Le larve, di colore biancastro, divorano le radici delle piante, specialmente quelle più giovani causandone l' appassimento a cui segue, di solito la morte. Gli adulti, invece si nutrono della parte aerea, defogliando completamente le piante attaccate. Un attacco di larve è facilmente identificabile dalle gallerie scavate nel terreno.

La difesa si attua intervenendo con insetticidi, con la raccolta manuale durante le lavorazioni del terreno o con l' impiego di esche avvelenate. Risulta utile stendere apposite reti sul terreno per impedire i maggiolini di alzarsi in volo e accoppiarsi. Risultati soddisfacenti si ottengono utilizzando il fungo tomoparassita Beuveria brognartii. Come misura preventiva si consiglia di zappettare spesso intorno alle colture.

 

Colture minacciate: asparagi, bietole, cardi, cavoli, cetrioli, cicorie e radicchi, finocchi e prezzemolo.