Rovo  (Rubus fruticosus L.)

 

Il Rovo appartiene alla Famiglia delle Rosaceae, genere Rubus, specie fruticosus. Altre specie sono il R. laciniatus, R. procerus e R. ulmifolius, tutte diffuse in Europa e in Italia, e il R. canadensis, portatore del carattere "senza spine", diffuso nell'America del Nord. E' un arbusto con tralci molto lunghi (anche 3 metri) e una elevata capacità pollonifera. Adattabile a tutti gli ambienti esalta però la capacità produttiva nei terreni profondi e fertili. In coltura protetta, tunnel non riscaldati, anticipa l’inizio della raccolta a luglio spuntando i migliori prezzi sul mercato del fresco. Necessita di palificazione, potature in verde per ridurre il numero dei tralci di rinnovo e, prima della maturazione, per cimare le femminelle. Con la potatura invernale si eliminano i tralci vecchi, si spuntano a 2 m dal suolo i 4-5 nuovi tralci, pulendoli dalle femminelle fino a 40 cm e raccorciando le altre a 3-4 gemme, e si legano ai fili disposti a ventaglio. La raccolta inizia in luglio e si protrae fino a settembre. La resa ad ettaro è superiore ai 100 quintali.

L'aroma intenso e gradevole ed il colore nero brillante fanno della mora un ingrediente prezioso per molte sicure preparazioni (marmellate, sciroppi). alcune varietà si prestano particolarmente per il consumo fresco, anche senza l'aggiunta di zucchero.  fonte  (  http://www.agraria.org/ )