L' uva apirena

Con il termine di uva apirene si fa riferimento ad una particolare caratteristica dell'uva, in poche parole, si tratta di una tipologia di uva che non va a produrre alcun seme.

Si tratta indubbiamente di un fenomeno piuttosto particolare, ma interamente naturale, senza che vi siano interventi artificiali: per una volta, quindi, i comportamenti e le attività dell'uomo non sono la causa di questa particolare caratteristica dell'uva apirene.

In poche parole, questa particolare tipologia di uva deve fare i conti con l'apirenia: stiamo facendo riferimento ad un fenomeno di natura fisiologica insito nella vite che, in diverse varietà, come ad esempio l'uva sultanina, presenta la particolarità di non produrre alcun seme.

Nel momento in cui, però, ad essere oggetto di apirenia sono altre varietà che, nella maggior parte dei casi, crescono con una buona quantità di semi senza problemi, allora probabilmente è meglio cercare di capire le motivazioni di tale fenomeno.

Acinellatura

Un discorso a parte si può per quanto riguarda il termine dell'acinellatura: anche in questo caso, si tratta di un fenomeno che va a colpire la pianta della vite e può verificarsi sia in precedenza che successivamente al fenomeno dell'apirenia.

L'acinellatura si tratta di un fenomeno che compare nel momento in cui la vite non riesce più a crescere, per via della presenza di un eccessivo quantitativo di zuccheri o di acidi, mentre i semi e le bacche presentano la particolarità di avere delle dimensioni piuttosto limitate.

Tutti e due i fenomeno vengono a formazione in seguito all'allegagione.

Più di una volta, infatti, sul medesimo grappolo esiste una tendenza alla formazione di un gran numero di bacche che si sono sviluppate e tante altre che, al contrario, non hanno raggiunto il pieno sviluppo.


LE cultivar di UVE APIRENA PIÙ CONOSCIUTE


Cultivar Summer Royal


Grappolo di uva apirena Summer Royal
Summer Royal

Nera, senza semi, costituita da David Ramming e Ron Tarailo nel 1999 in California. Questa varietà precocissima potrebbe sostituire Victoria e Black Magic con semi, poco gradite dai consumatori internazionali, ma coltivate in Italia perché a maturazione precoce. E’ stato accertato che il 15 luglio ha già 14,3 °Brix nei vigneti coperti con plastica. Sono in produzione alcuni ettari con alcune centinaia di quintali di uva. Le prime esperienze di commercializzazione sono state positive è ciò favorirà certamente la diffusione della varietà. I grappoli sono sviluppati, di forma cilindrica, in alcuni casi compatti. Ha buona resistenza al distacco della bacca dal pedicello. La fertilità reale è buona. Matura dopo pochi giorni rispetto a Black Magic e potrebbe sostituirla perché apirena e per l’elevato contenuto di zucchero presente già ai primi di luglio. La resa per ettaro è costante e stimata in 250-300 q/ha. Il vigneto va protetto con plastica per anticipare la maturazione. Il peso medio bacca è di circa 6 g, con dimensioni del diametro polare di 25 mm.


Cultivar Mistery

vigneto con grappoli di uva apirena Mistery
Mistery

Senza semi, con perfetta apirenia, a maturazione precoce, caratterizzata da aroma intenso non riscontrabile nella altre nuove varietà. Ottenuta dal Volcani Center in Israele. Gradita da molti mercati dell’Italia settentrionale. In alcuni casi si è notata la formazione di lesioni semicircolari sulla bacca. E’ produttiva, con buon sviluppo di grappoli e bacche. Viene preferibilmente allevata con la nuova forma di allevamento a Y (con 1.880 piante/ha) che si consiglia per le varietà senza semi in alternativa al “tendone” in quanto è stata accertata una migliore esposizione di grappoli e tralci alle radiazioni solari, ottenendo un miglioramento della fertilità delle gemme e una riduzione delle sfogliature. Richiede ridotto impiego di fitoregolatori per migliorare lo sviluppo di grappoli e bacche. E’ preferibile coprire il vigneto con plastica per anticipare la maturazione.


Cultivar Sugraone


Tralcio di uva apirena Cultivar Sugraone
Sugraone

È originaria della California ottenuta da I.M. Garabanion nel 1963 incrociando "Cardinal x semenzale ignoto". Frequentemente può essere scambiata per la "Centenia". È un vitigno di uva da tavola apirena, ottimo per il consumo allo stato fresco. La qualità dell'uva è elevata,  IL grappolo è medio - grande, di forma conica a volte alato, serrato, con peso medio di 500 g. L'acino è di media grandezza (circa 6/7 g. di peso), ovoidale con polpa croccante, carnosa a sapore leggermente aromatico con zuccheri 14%, acidità totale 4x1000, pH 3,80. Buccia pruinosa di colore giallo. Matura tra la terza decade di luglio e la prima decade di agosto.


Cultivar Regal


pigna di uva apirena regal
Regal

Apirena a sapore neutro. Costituita presso il Research Institute di Stellenbosch in Sudafrica. La resa per ettaro varia da 300 a 400 q, abbastanza elevata per una varietà apirena. Non evidenzia discontinuità di produzione e la fertilità è regolare durante gli anni. La buccia tende ad essere astringente, soprattutto se si anticipa l’epoca di raccolta, la polpa è croccante. I grappoli, del peso medio di 830 g, sono allungati con ampi spazi tra gli acini; le bacche pesano circa 6 grammi ed hanno forma sub-ovale di diametro polare di 26 mm. La potatura secca è attuata lasciando 4 capi a frutto di 13 gemme ciascuno per un totale di circa 50 gemme per pianta. La fertilità delle gemme è elevatissima, con 60 grappoli per pianta. Ricerche effettuate con applicazione di 5 g di CPPU dopo l’allegagione (con bacche delle dimensioni di 8 mm) e una seconda applicazione con la stessa dose dopo 8 giorni, hanno consentito di ottenere rispetto al test incrementi produttivi da 307 a 365 q/ha, con peso della passato da 5,9 a 7,8 g. Alla maturazione però l’uva trattata con CPPU era in ritardo, con un contenuto di zuccheri di 16,4% °Brix, rispetto al vigneto senza trattamenti che aveva almeno 17,1% °Brix, aspetto da non considerarsi negativo per i produttori che desiderano ritardare la raccolta dell’uva. Regal Seedless, dopo Sugraone e Crimson, è la varietà senza semi che negli ultimi anni si sta diffondendo maggiormente, con un ottimo riscontro commerciale. L’epoca di maturazione è a settembre, però si può ritardare la commercializzazione ottenendo ricavi elevati.


Cultivar Crimson


grappolo di uva apirena Cultivar Crimson Seedless
 Crimson Seedless

 Apirena, a bacca rosa, ha sapore neutro. Costituita in California nel 1983 da David Ramming e Ron Tarailonel, in Italia per quantità prodotta è la seconda varietà apirena dopo  Sugraone Seedless, con una produzione stimata di circa 700.000 q. Il periodo di raccolta e commercializzazione va da settembre a dicembre. Per facilitare la maturazione occorre ridurre il numero dei grappoli per pianta con il diradamento manuale, eliminando quelli poco sviluppati e in ritardo di maturazione. I vigneti di Crimson vanno protetti con film di plastica per anticipare la maturazione a settembre o per ottenere la raccolta dell’uva fono a fine di dicembre. Tra le varietà apirene è tra le preferite dai viticoltori per i nuovi impianti.

 


Cultivar Melissa


grappolo di uva apirena bianca cultivar Melissa
Melissa

è una varietà di uva apirena, ottenuta in California da D. Ramming e R. Tarallo, brevettata con il nome di Melissa e successivamente rinominata Princess seedless. È una varietà che presenta acini cilindrici di colore verde chiaro con leggero sapore di moscato. Matura contemporaneamente alla varietà Thompson. Da alcuni anni è coltivata in Italia in forma sperimentale in alcune aziende viticole della Puglia. Si tratta di una varietà di uva da tavola bianca, molto produttiva, caratteristica per la bellezza del suo aspetto estetico, la dimensione dei suoi acini e la buona conservabilità in frigo e sulla pianta. È disponibile sul mercato da fine agosto. Il grappolo è medio - grande, conico, non troppo compatto. Gli acini si presentano grandi, di forma cilindrica - ellittica, con una polpa croccante di gusto aromatico ed una buccia di colore giallo-verde.


Cultivar Early Gold


Varietà  apirena, bianca, di recente costituzione ottenuta in Argentina. Grappolo medio grosso del peso di circa 600 gr.,  di forma piramidale, semplice,  giustamente spargolo; acino medio grosso, senza seme, di colore verde-giallo con peso medio di circa 5 – 6 gr., polpa croccante e succosa di sapore dolce.

Attitudini colturali

Vitigno di ottima vigoria e soprattutto di produttività elevata con fertilità pari 1,4. Predilige  forme di allevamento espanse adattandosi bene alla copertura da anticipo. Predilige portinnesti vigorosi (1103 P, 140 Ru, 779 P ecc.). Fra i vitigni apireni è uno dei più interessanti insieme alla Sultanina.

Produzione e maturazione

Vitigno di maturazione precoce, (terza decade di Luglio circa). La sua maturazione può essere ulteriormente anticipata se posto copertura. La produzione risulta ottima e costante. 


Cultivar vitro Blak


uva apirena vitro blak
Vitro Blak

Varietà a bacca nera, ottenuta da Vitroplant e Vinea grazie ad un programma di miglioramento genetico svoltosi durante gli anni 90 avente come obiettivo l’ottenimento di nuove varietà di uve da tavola apirene. La varietà si presenta nuova per quanto riguarda il mercato italiano delle uve da tavola. Si tratta di una varietà apirena, precoce, produttività e di ottima qualità.

Caratteri ampelografici

Grappolo giustamente spargolo, di media dimensione (600/800g) e di forma regolare. Acino di forma allungata, lungo mediamente 26/28 mm, con diametro equatoriale di 20/22 mm, ha un peso di 4/6 g. A completa maturazione si presenta nera, con pruina e un buon tenore zuccherino. 

Attitudini colturali

Vitigno di ottima fertilità. Normalmente è necessario eliminare alcuni grappoli per ridurne il numero ed avere una buona qualità della produzione. Si adatta bene al tendone con una potatura lunga (30/40 gemme con quattro capi a frutto). Innestata su 1103 P., 140 Ru., 110 R. non ha dato nessun problema particolare di disaffinità ed ha avuto una produzione regolare. 

Produzione e maturazione

La produzione è buona. Come già indicato la maturazione è molto precoce, arriva agli inizi di Luglio (una settimana prima della varietà Sugraone). Nello stesso periodo di maturazione esiste solo una varietà con caratteristiche simili, questa è la Black Magic, ma non è apirene e ha grossi problemi di produttività.


Cultivar Raffa 15

Bianca, senza semi, è stata brevettata (Iscritta al Registro nazionale varietà). Le ARRA sono state costituite da Shachar Karniel (ARD – “Agricultural Research Development”), laboratorio di ricerca e sviluppo varietale della famiglia Giumarra. Matura alla metà di agosto con il vigneto coperto con plastica. I grappoli e le bacche sono uniformemente sviluppati e non richiedono il diradamento manuale degli acini in ritardo di sviluppo. Si è accertato per questa varietà una resa di uva elevata. Il contenuto di zucchero, già elevato a metà agosto, è di 20° Brix; se si ritarda la raccolta aumenta ulteriormente, con la possibilità di presentare macchie sulle bacche. La superficie coltivata in Europa è di circa 100 ettari, per la maggior parte in Puglia. La bacca è allungata – cilindrica con il diametro polare di circa di 32 mm, peso 8,8 g. Il grappolo pesa mediamente 1.056 g, ha colore verde e polpa croccante. Ottima la fertilità reale. Resa di uva per ettaro 350 q. Se non si effettua il diradamento del grappoli la resa aumenta ulteriormente.