Le uve

Uva Apirena

Uva Apirena ( senza semi) L'uva apirene è un'uva da tavola, generalmente bianca, la qualità più venduta, molto coltivata nell'Italia meridionale. Con uva apirene, o meglio apirena, si indica una caratteristica dell'uva, quella di non produrre semi. Il fenomeno è del tutto naturale e l'azione dell'uomo, come in altri casi spesso purtroppo accade, questa volta non è responsabile. Semplicemente l'uva soffre di Apirenia, un fenomeno fisiologico naturale della vite che in alcune varietà, come ad esempio l'uva sultanina, non produce semi,

 

 

Apirena  Ametista
Apirena Ametista

I vitigni e le uve da vino L 'antichissima Vitis vinifera, una delle tante specie del genere Vilis, dando frutti adatti al consumo umano è stata sfruttata e poi coltivata da tempo immemorabile estendendosi in diversi continenti a latitudini molto varie. Ciò ha prodotto diversificazioni e cambiamenti notevoli dei ceppi progenitori: ora si coltiva un numero imprecisato di vitigni, varietà di vite, ciascuno dei quali può suddividersi ulterionnente per incroci o per clonizzazioni o per adattamento ai climi e ai terreni.


Uve da tavola

Nell'uva da tavola in genere il grappolo è a spargolo, ovvero i chicchi sono ben distanziati fra loro, e non fanno pressione l'un l'altro. Questo consente al grappolo e ai singoli acini di svilupparsi e maturare liberamente e più velocemente concentrando gli zuccheri, per dare origine ad un frutto dolce e facilmente commestibile. Questo tipo di uva però è raramente adatta, se non in un paio di varietà, alla produzione di vino, in quanto un'eccessiva concentrazione di zuccheri non consentirebbe un'efficiente vinificazione, con risultati troppo dolci per un fermentato appetibile dal consumatore. Inoltre un'eccessiva concentrazione eliminerebbe l'acidità, che permette invece al vino di conservarsi e soprattutto di essere prodotto nelle tipologie secco e spumante ad esempio, sicuramente le più commercializzabili.

I grappoli si sviluppano in genere dall'alto verso il basso, in una specie di piramide rovesciata, con chicchi spesso molto grandi e polposi.