Citrus medica var Diamante

 

Forma ovale di grosso taglio (circa 1 Kg) di colore verde chiaro

Scorza spessa, molto profumata, dal sapore dolce e polpa con poco succo. Gusto dolce- acidulo ed aroma intenso e gradevole.

Il suo uso è prevalentemente destinato alla canditura. 

Fiorisce durante tutto l'anno e la maturazione è scalare, mentre la raccolta si effettua dai primi di ottobre ai primi di dicembre. Nel cedro i frutti migliori derivano dalla fioritura di maggio e giugno.

Probabile mutazione originatasi in Calabria, in località Diamante (CS), dalla quale deriva il nome.

È la cultivar di cedro più diffusa in Italia meridionale.

Pianta di piccole dimensioni, di forma aperta ed espansa, con rami dal portamento mediamente assurgente fitti, molto spinescenti.

Ha foglie grandi, oblunghe.

Germogli e fiori rosso-violacei, disposti prevalentemente a grappoli.

Il frutto, di grandi dimensioni, dalla forma ovato-ellissoidale allungato, ha l'apice con umbone largo.

La sua buccia, di colore giallo limone a maturazione, spessa, liscia e costoluta, viene utilizzata per la produzione di canditi.

La polpa è scarsa, quasi asciutta, di sapore acido come il limone.