combava Citrus hystrix

 

L’origine della pianta è ancora incerta: ibrido fra limetta e cedro o mutazione spontanea della limetta? In ogni caso la combava, detta anche Papeda delle Mauritius perché diffusa soprattutto nella fascia tropicale, è un agrume esotico e raro che cresce anche in vaso e che non può sfuggire a chi ama le piante spinose. Il nome è dovuto infatti alla grande quantità di spine sparse sui rami e sul tronco, numerose ma corte. I frutti sono inadatti al consumo fresco per l’elevata acidità ma sono utilizzati come ingrediente della cucina creola, come aromatizzante di liquori e per l’industria dei profumi. Sono globosi, di colore giallo-verde, riconoscibili per la buccia fortemente corrugata. Molto decorativi, resistono sui rami diversi mesi. 

Foglie: lucide, resistenti ma non cuoiose, di colore verde scuro, lunghe fino a 12 cm, hanno una forma particolare. La strozzatura centrale divide la lamina in due parti, quella vera e propria, distale, e quella delle due grandi stipole alate, prossimale. Sono attivamenteconsumate fresche in insalata.

Fiori: bianchi e profumati, piccoli, sono riuniti in piccoli mazzetti, simili a quelli di tutti gli altri agrumi.

Come scegliere: la pianta si deve presentare ben formata anche se la chioma dei soggetti lasciati liberi di crescere si presenta irregolari. Le foglie devono coprire bene i rami ed i fioridevono essere distribuiti su tutta la chioma.

Manutenzione

Può essere necessaria una potatura di contenimento: si effettua sui rami che fuoriescono dalla forma, sui succhioni e su quelli secchi o spezzati. Le piante in vaso devono essere regolarmente ispezionate perché, come tutti gli altri agrumi coltivati fuori del loro areale d’elezione, sono soggetti a forti attacchi di cocciniglia.