Fagiolo (Phaseolus vulgaris) Fam. Leguminose

Fagiolo (Phaseolus vulgaris) Fam. Leguminose
Fagiolo rosso Lingua di Fuoco

 

 I fagioli sono tra gli ortaggi più coltivati nel' orticoltura familiare è una pianta tipica dei climi caldo-temperati ed è molto sensibile alle escursione termiche. La temperatura ottimale per il suo sviluppo

è compresa tra i 18 e 24 °C a 2-3 °C la pianta muore. Come tutte le leguminose il fagiolo predilige terreni di medio impasto, profondi con buona fertilità. La semina viene effettuata quando non esiste più il pericolo di gelate tardive, e questo accade normalmente tra aprile e maggio o quando la temperatura notturna si è assestata sui 12-13 °C questa si può effettuare scalarmente da inizio aprile a fine estate per avere un raccolto da giugno fino al tardo autunno. La concimazione prevede l' interramento di compost ben maturo prima della semina e la distribuzione di cenere (ricca di fosforo e potassio) durante la vegetazione, gli apporti di azoto non sono necessari dato che il fagiolo è un azoto fissatore. Per i fagioli nani che non hanno bisogno di tutori (raggiungono un altezza massima di 40 cm) la distanza di coltivazione sarà di 8-10 cm sulla fila e 60-70 cm tra le file. Per i fagioli rampicanti invece manterremo una distanza di 30 cm sulla fila e 80 tra le file. Come tutte le piante il fagiolo si avvantaggia notevolmente di una buona disponibilità idrica specialmente tra l'inizio della fioritura e l'ingrossamento dei baccelli è consigliata l' irrigazioni a scorrimento per non danneggiare i fiori e per non favorire l' insorgere di numerose batteriosi e crittogame. Il fagiolo da ottimi risultati se consociato con: pomodoro, bietola, ravanello, lattuga, cavolo e cetriolo. Le cure colturali prevedono soventi sarchiature, per ostacolare la crescita delle infestanti e arieggiare il terreno, pratica da effettuare con molta attenzione per non danneggiare le radici. Appena le piantine hanno raggiunto un altezza di 15 cm si esegue una rincalzatura per un miglior affrancamento delle piante. Per i fagioli rampicanti bisognerà provvedere anche a preparare dei sostegni (canne) che devono essere lunghe 2,5-3 m. La raccolta viene effettuata man mano che i baccelli raggiungono il grado ottimale di sviluppo e quando il guscio ha ancora una consistenza fresca e ben colorita di solito dopo 80-120 giorni dalla semina a seconda delle varietà.