Finocchio  (Foeniculum vulgare)  Fam. Ombrellifere

Pianta finocchio Varietà Cristal
Pianta finocchio Varietà Cristal

 

Il finocchio è un ortaggio che viene coltivato durante i mesi più freschi dell'anno, a partire dalla fine dell'estate fino alla fine dell'inverno; nei piccoli orti si predilige come verdura invernale, in modo da non "rubare" spazio alle coltivazioni primaverili ed estive, di coltivazione molto più semplice. Il finocchio predilige terreni ricchi di sostanza organica, sciolti , profondi e senza ristagni d'acqua. La semina può essere attuata a spaglio o a file,  (raccomandata) in semenzaio su letto caldo in gennaio-febbraio per una coltura estiva, in giugno-luglio per quella autunnale. o avienfat righe parallele distanti 70 cm, sulla fila si manterrà una distanza  di di 20 cm. è consociabile con porro, piselli, lattuga, cetriolo, e cicoria. E' consigliabile una buona concimazione di letame ben maturo, meglio ancora se distribuita alla coltura precedente. il finocchio richiede una notevole disponibilità idrica soprattutto quando è coltivato nei mesi estivi. Quando le piantine sono ai primi stadi di sviluppo l'acqua va distribuita giornalmente con volumi minimi, continuando ogni 3-4 giorni quando le piante raggiungono un volume consistente. le cure colturali prevedono soventi sarchiature per il controllo delle malerbe, e l'ombreggiamento delle piantine nei primi stadi di vita.

Il grumolo del finocchio viene consumato fresco o cotto, e viene raccolto prima che la pianta cominci a produrre le grandi infiorescenze gialle; una volta pronti i grumoli si comincia a raccoglierli quando servono in cucina; ma è anche possibile estirpare tutte le piante e conservarle in luogo freddo, volendo anche nell'orto ma al riparo dalle intemperie, per utilizzarne poche alla volta. In questo caso si prepara un piccolo tunnel in cui si pongono le piante estirpate intere, comprese di foglie e radici.