Le lattughe (Lattuga sativa) Fam asteraceae

Lattuga a cappuccio
Lattuga a cappuccio

 

Le lattughe sono piante della famiglia delle composite coltivate come annuali, sono molto diffuse negli orti famigliari, ce ne sono sostanzialmente due famiglie: le lattughe da cespo e quelle da taglio, dette anche lattughini. Le lattuge da cespo producono un cespo sviluppato e si raccoglie tutta la pianta, ne fanno parte ad esempio la lattuga canasta e la regina dei ghiacci, le insalate da taglio, come la pasqualina o la biscia rossa, permettono invece più raccolte all’anno. La lattuga ama temperature abbastanza fresche e per questo è un ortaggio ideale da coltivare in autunno e primavera, riesce bene in coltura protetta e per questo si può raccogliere insalata praticamente tutto l’anno se si effettuano semine scalari e si coltiva anche in tunnel. E’ una pianta non molto esigente che si può coltivare volendo anche in vaso e sul balcone. Tutte le varietà di lattuga, sia da cespo che da taglio, hanno bisogno temperature abbastanza fresche: germinano idealmente tra i 10 ed i 18 gradi e a 22 non germinano, per questo sono ortaggi ottimali per essere coltivati a primavera e autunno e soffrono i mesi estivi.La lattuga è poco esigente, in fatto di terreno potendo, scegliere meglio una terra sciolta, fertile e drenante. Seminare lattughe a cespo. Le varietà a cespo si possono seminare direttamente in campo, abbastanza ravvicinate per poi sfoltirle, oppure si fanno germinare in vasetti, che può esser lasciato anche in un posto fresco (ad esempio in cantina per ripararle dal caldo estivo). Una volta cresciute richiedono la luce e in seguito si trapiantano nell’orto. Il periodo di semina è ampio: dicembre/gennaio se tenute al riparo, febbraio/marzo in semenzaio o coltura protetta e poi in pieno campo da aprile fino a giugno. Le distanze dipendono dalla varietà di lattuga, le specie più note formano cespi grandi e richiedono distanze di 35 cm tra le piante. Si seminanon in postarelle con 2-3 semi cadauna a un centimetro di profondità. Seminare lattughe da taglio. Si seminano in genere direttamente in campo, a spaglio o meglio per file (è più facile pulire le erbacce e si evitano distanze troppo ravvicinate che generano malattie funginee). In primavera e a inizio autunno si seminano direttamente in campo, mentre anche da febbraio e fino a tutto novembre si possono piantare sotto telo o tunnel. Seminare lattuga d’estate. La lattuga germina con temperature inferiori ai 22 gradi, se si vuole seminare nei mesi caldi occorre tener fresco il terreno, ad esempio si può coprire le aiuole con un sacco di iuta che va bagnato spesso, in questo modo l’evaporazione raffredda e permette all’insalata di svilupparsi Coltivare l’insalata è molto semplice, una volta seminata basta avere attenzione a dare la giusta quantità d’acqua e tenere sotto controllo erbacce e insetti, in particolare larve e lumach Trapiantare l’insalata. Se si semina la lattuga in vasetto al momento del trapiano ricordatevi di tenere fuori dal terreno un dito di pane di terra e non mettere a filo del terreno. Le lattughe d’inverno. Il lattughino seminato in inverno arresta la sua crescita col gelo, se le foglie sono poche e ancora piccole la piantina può resistere all’inverno e ripartire al primo tepore per aver pronta l’insalata in primavera. Si può proteggere la lattuga con tessuto non tessuto. Pacciamatura. Molto utile per risparmiarsi lavoro è usare la pacciamatura per coltivare la lattuga. Irrigazione. Le foglie larghe dell’insalata traspirano molto e per questo motivo si consigliano irrigazioni frequenti. I momenti di maggior fabbisogno di acqua sono subito dopo il trapianto e quando si forma il cespo. L’annaffiatura serale previene molte malattie come la bremia.