Cultivar Cipressino  ( Puglia )

 

Cultivar di origine pugliese, diffusa dapprima in provincia di Taranto e quindi anche in molte altre regioni come cultivar a duplice attitudine: ad uso frangivento e da olio. Di notevole vigore vegetativo, a rapido accrescimento, con tipico portamento assurgente e chioma raccolta. Evidenzia notevole tendenza a germogliare dal basso, formando spontaneamente una struttura colonnare con branche e germogli che si spingono verso l'alto. Tale caratteristica fa si si che venga impiegata soprattutto per realizzare efficaci barriere frangivento. Le foglie sono di forma ellittico-lanceolata, medio piccole, con pagina superiore verde cupo e pagina inferiore verde argentato con sfumature marrone chiaro. Le drupe sono di dimensioni medie (2-3 g), di forma ovoidale quasi rotondeggiante, dapprima di colore verde a blu-nero a maturazione, passando per il rosso violaceo. Presenta ottima resistenza alle avversità climatiche, in particolare al freddo ed a i venti salmastri. E' indenne da più comuni parassitari dell'ulivo. Cultivar autosterile, ottimi impollinatori sono: Frantoio, Leccino, Pendolino e Maurino. Estremamente precoce nella messa a frutto. La maturazione è scalare e si completa tra la metà di novembre e la metà di dicembre. La produzione è elevata e costante. La resa in olio è media, 15-17%, olio fine e leggero, di colore giallo oro, leggermente fruttato.