Cumino (Carum carvi) Fam. Apiaceae

 Cumino (Carum carvi) Fam. Apiaceae
cumino dei prati

 

Pianta erbacea biennale o perenne con fusto eretto, ramificato, alto fino a 60 cm. foglie 2-3 volte pennatosette a segmenti in forma di lacinie, sublineari o lanceolate quelle inferiori, capillari o filiformi quelle superiori. Le infiorescenze sono delle ombrelle a 7-12 raggi, che portano fiori piccoli, bianchi o rosei. I frutti (detti semi) sono degli acheni ovoidali-oblunghi con coste ben rilevate e fortemente aromatici.

Coltivazione

Seminare in primavera (utilizzando semi freschi per avere una buona germinazione) direttamente all’aperto in zona soleggiata e su terreno sciolto e fertile. Diradare le piantine se troppo fitte.

Raccolta e conservazione

Raccogliere le foglie tenere e utilizzarle fresche. I frutti vanno raccolti in tarda estate, a partire dal secondo anno.

Uso in cucina e proprietà terapeutiche

Le foglioline giovani hanno un sapore che ricorda l’anice e sono ottime in insalate e minestre. I semi vengono usati per preparare dolci e pani, piatti di carne e il noto liquore Kümmel aromatico e digestivo.