Pomodoro (Lycopersicum esculentum) Fam. Solanacee

l macerato di pomodoro è considerato efficace in particolar modo contro gli afidi e la cavolaia, ma anche contro l'altica (o pulce di terra) che colpisce ortaggi come la rucola, la tignola del porro, le larve di lepidottero e la tipula. E' bene sapere che le foglie di pomodoro sono considerate come dei veri e propri deterrenti naturali per i parassiti. L'impiego del macerato è vantaggioso e innocuo soprattutto perché non danneggia gli insetti utili e il loro habitat, con particolare riferimento alle coccinelle e alle api.

Per la preparazione del macerato di pomodoro si utilizzano solitamente lefoglie e altre parti delle piante che non hanno ancora fruttificato, compresi gli steli e le femminelle, cioè i germogli laterali che solitamente vengono potati al fine di rendere la pianta più produttiva e di ottenere pomodori più grandi e in maggiore quantità.

 La dose 2,5-3 kg di pianta fresca in 10 litri d'acqua. Si utilizzano le foglie, i polloni o l'intera pianta senza radici, prima della formazione dei frutti. Si usa l'estratto non diluito, direttamente sulle piante contro afidi e cavolaia.