Cavolo Pak Choi

 

.ll pak choi  è una verdura di origine Cinese, si tratta di un cavolo, il nome latino è Brassica rapa, var. Chinensis,  Mentre la maggior parte dei cavoli vengono coltivati durante i mesi freddi, il pak choi può essere coltivato anche in primavera inoltrata e in estate, ed ha un periodo di coltivazione assai breve, per questo motivo viene spesso utilizzato nell’orto come ortaggio precoce o come riempitivo estivo nelle aiole in attesa di coltivare altre piante, in modo da ampliare la rotazione di colture nell’orto. Si tratta di un cavolo, anche se l’aspetto fisico ricorda molto di più le bietole, o una sorta di soncino ipertrofico: forma cespi scarsamente compatti, con foglie dalla costolatura spessa, che si allargano all’apice, nella parte verde. Esistono varietà a costolatura verde chiaro, ed anche varietà con costolatura più croccante e succosa, di colore verde chiaro. Si tratta di una verdura da consumare cruda, ma solo per quanto riguarda le giovani foglie; i cespi più grandi e le costolature vengono tagliati grossolanamente e si utilizzano cotti, per padellate di verdure, zuppe, frittate, piatti di pasta o riso. 

Coltivazione

queste verdure hanno un periodo di coltivazione abbastanza breve, in genere dalla semina al raccolto passa circa un mese; si seminano a fine inverno, per un raccolto primaverile, in primavera per un raccolto estivo, a fine estate per un raccolto autunnale; possono venire seminati anche in primavera inoltrata o in estate, ma se desideriamo foglie tenere, croccanti e succose, dovremo annaffiare abbondantemente le piante, che se lasciate a lungo all’asciutto tendono a divenire legnose, e con un sapore molto più intenso.

Si seminano in semenzaio, o direttamente a dimora; nel primo caso non appena le piantine sono sufficientemente grandi da essere spostate, si posizionano in file, a distanza di circa 8-10 cm tra le file e tra le singole piante. Se invece abbiamo seminato a spaglio a dimora, daremo una leggera diradata nelle zone dove le piante sono più fitte. Nell’arco di un paio di settimane otterremo già giovani piante adatte ad essere consumate crude; dopo circa 30 giorni invece avremo i cespi formati, adatti ad essere cucinati. Volendo possiamo seminare il Bok choi ad intervalli di 15-20 giorni, oppure coltivarne una ampia aiola e poi conservare la verdura tagliata grossolanamente e posta in freezer, per utilizzarla nel corso dei mesi. 


Service 3

Tamen a proposito, inquam, aberramus. Non igitur potestis voluptate omnia dirigentes aut tueri aut retinere virtutem.