Coprinus (Coprinus comatus)


coprinus comatus
coprinus comatus

 

Il coprinus comatus presenta un cappello stretto, dritto, lungo, bianco e pieno di squame. L’altezza di questa struttura è compresa tra cinque e venti centimetri, mentre il diametro è tra tre e sette centimetri, la sua forma è tondeggiande e campanulata. Per avere un’idea basta immaginare un ombrello chiuso. La cuticola è bianca e squamosa. Dapprima bianca e setosa, questa parte si indebolisce subito frammentandosi in squame di colore bianco o scuro su sfondo bianco. Gli esemplari giovani mantengono il cappello e le squame bianche, mentre quelli adulti presentano squame più scure e un cappello meno solido che produce una specie di inchiostro. Le lamelle sono sottili, diseguali, non legate al gambo. Prima bianche, diventano più scure fino ad assumere un colore rosato. Con il tempo diventano “deliquescenti”, cioè tendono a secernere una sostanza simile all’inchiostro. Il gambo è slanciato, cavo,cilindrico, bianco, serico, ingrossato alla base, staccabile dal cappello, ben radicato al suolo e segnato da fibre sottili sempre di colore bianco. L’anello centrale o basale è membranoso, mobile, bianco negli esemplari giovani e più scuro in quelli maturi che emettono le spore. Queste sono lisce, massive, ovoidali o ellittiche e di colore bruno. La carne del coprinus comatus ha un odore e un sapore non proprio particolari, ma comunque gradevoli. L’odore è più intenso negli esemplari esposti al sole.


altri funghi coltivabili