Piopparello   (Agrocybe aegerita)


Piopparello
Piopparello Agrocybe aegerita

Il fungo Agrocybe aegerita, conosciuto anche col nome di piopparello o pioppino, è uno dei funghi commestibili più apprezzati e ricercati. Il nome del fungo deriva dalla parola greca aigeros che significa Pioppo.

Il cappello dei piopparelli può raggiungere la dimensione massima di 15 cm di diametro. È di color marrone scuro da giovane e tende a schiarirsi durante la crescita fino a raggiungere tonalità molto chiare.

Le lamelle sono fitte e chiare negli esemplari giovani per diventar poi più scure nei funghi adulti.

Il gambo ha forma cilindrica, inizialmente bianco diventa in seguito più scuro e fibroso. Presenta un anello appena sotto al cappello.

La carne del cappello dell’ Agrocybe aegerita (Piopparello o Pioppino) è bianca e tenera con un profumo gradevole. La polpa del gambo è invece piuttosto fibrosa.

I piopparelli crescono sia sui tronchi di alberi morti che di alberi vivi come pioppi, salici, querce, olmi, sambuchi etc.

È possibile trovare questi funghi prelibati a cominciare dall’inizio della primavera fino alla fine dell’autunno. Crescono soprattutto in presenza di tempo umido, solitamente qualche giorno dopo la pioggia.

L’ Agrocybe aegerita è un fungo che si presta molto bene ad essere coltivato. È possibile ottenere buoni risultati anche in ambito domestico.


Altri  funghi coltivabili