I lavori nella compostiera mese per mese


OTTOBRE Questo mese è ideale per iniziare a compostare. Come prima cosa bisogna trovare un punto ottimale per posizionare la compostiera (orto, giardino, ecc...). Poi ci si deve procurare il materiale più opportuno per fare il fondo (ottima allo scopo una piccola potatura di siepe mescolata a foglie). A questo punto si può iniziare ad aggiungere, giorno dopo giorno, tutti gli scarti organici di cucina.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

NOVEMBRE  Si  può introdurre una parte di foglie secche recuperabili in abbondanza nel mese di ottobre. Con il forcone si può poi rimescolare, dando così inizio al processo di compostaggio dei materiali.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

DICEMBRE I conferimenti in questi mesi invernali sono quasi esclusivamente scarti di cucina pertanto aver messo da parte delle foglie nel mese d’ottobre si rivela una scelta importante e necessaria.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

GENNAIO  Il freddo fa sì che anche la temperatura interna della compostiera sia bassa, di conseguenza il processo di compostaggio è rallentato. Si possono aggiungere altre foglie e poi rimescolare.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

FEBBRAIO Questo mese è di solito il più povero per quanto riguarda i conferimenti alla compostiera (non ci sono più foglie, la natura si deve ancora risvegliare). Il processo di compostaggio, rallentato dalla temperatura, fa sì che la compostiera in questo periodo sia molto piena. Occorre attendere la prima riduzione naturale del volume del materiale.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

MARZO La temperatura aumenta, compaiono i primi animaletti (lombrichi, millepiedi, acari, ecc.). Questo è il segnale che tutto il meccanismo si sta rimettendo in moto. Diventa così opportuno aerare il più possibile rimescolando con il forcone.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

APRILE Con l’aumento della temperatura si avvicina il periodo dell’anno in cui la compostiera richiede più attenzione, quindi si dovranno aumentare i rimescolamenti se si sentiranno cattivi odori o perdita di liquidi. È opportuno ridurre la frazione organica togliendo gli scarti appetibili per le mosche e altri animali indesiderati. Si cominciano a tagliare le prime erbe, ma è meglio aspettare che si disidratino un po’ prima di introdurle nella compostiera.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

MAGGIO Il processo di compostaggio è nel vivo. I materiali a disposizione in questo periodo dell’anno sono prevalentemente umidi, ma sta per arrivare la paglia...

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

GIUGNO Toccasana per la compostiera è la paglia (fornita dall’essiccamento degli sfalci del proprio prato) che arriva a salvare una situazione critica. Necessario diventa recuperarne più che si può (almeno due sacchi come scorta) e abbondare nel conferire e rimescolare.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

LUGLIO In questi mesi estivi i materiali a disposizione sono per lo più scarti di giardino o di orto, diventa perciò importante rimescolare questi scarti freschi con quelli vecchi che ora si trovano sul fondo, il compost maturo è un ottimo attivatore.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AGOSTO Arieggiare rimescolando con il forcone, e se si crede che ci siano cattivi odori si può utilizzare la “bentonite” (acquistabile presso i consorzi agrari) usata in agricoltura e nelle cantine vinicole: servirà per assorbire odori indesiderati.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

SETTEMBRE La compostiera è piena e questo diventa un problema perché la massa tende a compattarsi, il compost rischia di rimanere senza aria importantissima per il processo di compostaggio. Si può aggiungere “urea” (acquistabile presso i consorzi agrari) rimescolando per dare aria. Sarebbe opportuno smettere di introdurre materiale. Ora spetta ai microrganismi decompositori (batteri, funghi) fare la loro parte. ottobre Si può far partire una nuova compostiera di piccole dimensioni che servirà per conferirvi il materiale organico a disposizione fino a febbraio, mese in cui si svuoterà la compostiera più grande (ricavandone il compost) e si potrà tornare a lavorare con quella


Visti i fattori determinanti il processo di compostaggio si può adesso capire e quindi esaminare in dettaglio quali “ingredienti” mettere in compostiera e in quali quantità. Bisogna sempre tenere presente che è buona norma aggiungere agli ingredienti circa il 20% di terra come innesco dell’attacco microbico e di mantenere sempre un buon equilibrio tra la quantità di sostanze umide e secche. In pratica tutto ciò si ottiene facilmente riempiendo la compostiera a strati di qualche centimetro: un po’ di secco, un po’ di umido, un po’ di terriccio e così via! La tabella proposta suggerisce cosa introdurre in compostiera ed in quali quantità (massime). Le quantità riportate sono solo orientative e dipendenti dagli altri ingredienti adoperati.