Cultivar Capsicum Frutescens


Cultivar African Devil


African Devil
African Devil

 

Originario dell’Asia e diffuso in Uganda, Malawi, Sud Africa, Ghana, Nigeria, Zambia, Zimbabwe, Mozambico, In Brasile è conosciuto come Malaguetinha. Le piante sono di solito molto folte e prolifiche. Possono produrre cespugli alti 1,20 mt ed oltre, se coltivate in piena terra. Le foglie sono lunghe 4-7 cm e larghe 1,3-1,5 cm. I frutti hanno portamento eretto e forma conica affusolata con la punta smussata. Sono lunghi fino a 3 cm ed hanno diametro non superiore a 1 cm. Passano dal colore verde scuro al rosso intenso in maturazione. Se non si colgono si seccano sulla pianta. Chiamato anche Pili-pili, Piri-piri,Peri-peri, African bird’s eye.  Piccantezza medio-alta, 50.000-175.000 SHU.


Cabai Burung Ungu


Cabai Burung ungu Capsicum frutescens proveniente dalla Malesia
Cabai Burung ungu

E’ una rara varietà di Capsicum frutescens proveniente dalla Malesia. Le sfumature di giallo sui fiori, lasciano intendere che potrebbe essere il risultato di un incrocio tra Frutescens e Baccatum. Incredibilmente bella, il suo nome significa "Peperoncino Uccello Viola". La pianta, molto produttiva, ha portamento cespuglioso e oltrepassa 1 mt di altezza. Anche le foglie, gli steli ed i rami hanno sfumature viola che rendono la pianta molto decorativa. I frutti, dalla forma allungata, crescono eretti e raggiungono la lunghezza di 3-5 cm. Maturando passa dal colore verde al viola scuro, al viola-arancio, rosso cremisi, al rosso lucido. Una volta maturo è succoso e tende a staccarsi facilmente dal calice. Buono da mangiare in tutte le varianti di colore, ha il sapore tipico deiFrutescens. Le pareti sottili lo rendono adatto alla essiccazione. Utilizzato in scaglie, o, in polvere oltre che da fresco. Piccantezza bassa, 30.000 a 50.000 SHU.


Cultivar Holiday time


Pianta ornamentale di ottimo livello. Frutti rossi di piccantezza media
Holiday time.

Holiday time è una varietà di Capsicum frutescens. Il suo nome in italiano significa "Tempo di vacanze". Nel 1980 è risultata vincitrice del premio AAS Flower Award Winner che si svolge a Downers Grove in Illinois, quale migliore peperoncino ornamentale. La pianta, di rapido sviluppo, ha portamento di cespuglio ramificato. E' di rapida crescita, ma rimane molto piccola, non supera i 20-30 cm in altezza e in larghezza. E' sempreverde e perenne, ma coltivata come annuale. Ha foglie ovali di colore verde e fiore bianco. Produce peperoncini dal portamento eretto ed a forma di cono raggruppati al centro della pianta. I frutti, maturando, passano dal colore verde a quello rosso. Piccantezza media.


Cultivar Kashmiri


I frutti maturano con un colore rosso intenso. Seccano subito sulla stessa pianta e sono utilizzati per fare le polveri
Kashmiri.

E’ una varietà di Capsicum frutescens originario dell’India. Coltivati soprattutto nel Jammu e Kashmir, ma anche nelle regioni subtropicali a nord. Da alcune fonti è ritenuto un annuum. Anche conosciuto come Chile, Lal mirch, Kashmir mirch, Milagai tool, Marchu, Indian chile. I frutti, inizialmente di colore verde, maturando, virano al rosso intenso (ricorda il colore del vino rosso). Morbidi e flessibili, hanno superficie rugosa e raggiungono la lunghezza di 3-4 pollici. La polpa asciuga facilmente, a maturazione avvenuta seccano sulla stessa pianta. Ideali per il curry indiano, vengono spesso miscelati con polveri di altre varietà, per ottenerne diverse gradazioni, sia di colore che di piccantezza. Molto gustosi, sono l’ingrediente principe della cucina indiana autentica, ma anche di tanti piatti malesi e indonesiani. Piccantezza mite, 1.200-2.000 SHU.


Cultivar Malagueta


Un Capsicum frutescens molto simile al Tabasco, ma con frutti più piccoli.
Malagueta

Un Capsicum frutescens molto simile al Tabasco, ma con frutti più piccoli. Diffuso in Portogallo, Guinea, Mozambico e Brasile, particolarmente nella regione di Bahia. Utilizzato anche in tutti i Caraibi, specie nei suoi paesi di lingua spagnola. Localmente chiamato Jindungo, Gindungo, Malaguetão, PI 497984. In Europa è anche conosciuto come Pepe della Giamaica. Negli ultimi anni viene chiamato il Peperoncino di Penelope in riferimento all'attrice Penelope Cruz che nel film Per incanto o per delizia impersona una chef che lo predilige in cucina e lo utilizza anche nei rapporti col suo fidanzato. La pianta raggiunge altezza di 60-90 cm, larghezza di 45-60 cm. Il frutto è eretto, deciduo e succoso da maturo. Inizialmente verde scuro, diventa rosso intenso a maturazione completa. Può raggiungere 5 cm di lunghezza, dimensioni doppie rispetto alla varietà selvatica Malagueta silvestre. Quest'ultima è localmente conosciuta con vari nomi, Pimenta, Hick malaguetinha, Pepper malaguetinha, Pimienta malaguetinha, Malaguetinha caipira, Maguita-your-yours, Malaguetinha hillbilly, Malaguetinha, Piri-piri. Usato per la preparazione di salse e di molti piatti regionali. E’ comunemente disponibile come condimento nei ristoranti in tutta São Tomé e Príncipe, nel GoPeperoncino di bennolfo di Guinea. Piccantezza medio-alta, 60.000-100.000 SHU.


Cultivar Peperoncino di benno


il Peperoncino di benno (in lingua soussou Bembé cherouli) è nato da varietà provenienti dalla Sierra Leone. Molto piccante, si caratterizza per la sua piccola taglia e il colore rosso vivo
Peperoncino del Benno

Appartente alla specie Capsicum frutescens, il Peperoncino di benno (in lingua soussou Bembé cherouli) è nato da varietà provenienti dalla Sierra Leone. Molto piccante, si caratterizza per la sua piccola taglia e il colore rosso vivo. I semi sono saldamente attaccati alla polpa, e non vanno quindi persi durante le fasi di lavorazione del prodotto. Viene coltivato da un migliaio di famiglie di agricoltori della regione di Benna in Papua Nuova Guinea. Prodotto esclusivo di questo territorio dove è coltivato da più di 50 anni, ne costituisce un'importante fonte di reddito. Apprezzato non soltanto in tutta la Guinea del Nord, ma anche in Sierra Leone, viene venduto sui mercati locali al doppio del prezzo degli altri peperoncini. Per il momento i produttori non dispongono di macchinari per la macinatura e il confezionamento, ma intendono realizzare un laboratorio per la lavorazione del peperoncino che assicurerà un impiego a diversi abitanti del villaggio.


Cultivar Peruvian purple


originario del Perù, simile ai Pequin. Perenne nei climi più caldi, la pianta ha forma di alberetto cespuglioso, è molto robusta e prolifica.
Peruvian purple

originario del Perù, simile ai Pequin. Perenne nei climi più caldi, la pianta ha forma di alberetto cespuglioso, è molto robusta e prolifica. Altamente ornamentale, cattura lo sguardo con i suoi splendidi fiori e steli viola, e foglie variegate verdi-viola. Raggiunge una altezza di 45-80 cm, e larghezza di 45-60 cm. E’ viola con steli scuri, foglie variegate viola-verde. Produce frutti viola che diventano rossi a maturazione. Hanno forma conica e crescono eretti, a mazzetto. Raggiungono la lunghezza di 2-3 cm e la larghezza di 1-1,5 cm. Sono utilizzati freschi per salse e insalate, ma anche adatti ad essere essiccati, macinati in scaglie, o, in polvere. Piccantezza media, 50.000-80.000 SHU.


Cultivar Purira


Una delle più belle varietà di Capsicum frutescens dalla forma attraente e dai frutti gustosi.
Purira

Una delle più belle varietà di Capsicum frutescens dalla forma attraente e dai frutti gustosi. Conosciuta anche come Purrira, alcune fonti sostengono che sia un Capsicum annuum. La pianta, molto prolifica, è alta 50 cm. I frutti di forma conica, appuntiti, sono eretti e lunghi 4-6 cm e con diametro 1,5 cm. Maturando passano dal giallo al viola, fino al rosso intenso. Usato fresco, per fare salse, in insalata, o essiccato e usato come polvere. Piccantezza medio-alta, 50.000-100.000 SHU.


Cultivar Tabasco


Appartiene ai Capsicum frutescens e prende nome dall’omonima regione del Messico da cui è originario. Introdotto in Louisiana, USA, nel 1848, è meglio conosciuto per il suo utilizzo in salsa Tabasco
Tabasco

Appartiene ai Capsicum frutescens e prende nome dall’omonima regione del Messico da cui è originario. Introdotto in Louisiana, USA, nel 1848, è meglio conosciuto per il suo utilizzo in salsa Tabasco. La pianta è alta sino a 1,50 mt, larga sino a 60 cm. Le foglie, lanceolate, sono di colore verde. I fiori, a corolla viola, singoli, con stami gialli o viola, a 5-7 petali, compaiono all'ascella delle foglie, uno o più per nodo. I frutti, conici, solitamente eretti, sono lunghi fino a 4 cm. Inizialmente di colore verde chiaro, virano dal giallo all'arancio, al rosso vivo una volta maturi. Si raccolgono a perfetta maturazione avvenuta, cioè quando sono più succosi, non asciutti all'interno. Sono l’ingrediente principale della omonima salsa piccante, la cui formula originale risale al lontano 1859.


Cultivar Thai


 Difffuso in Thailandia, Cambogia, Laos, Sudan, Vietnam, Indonesia, Filippine, 

Singapore ed in aree rurali dello Sri Lanka. Si può trovare anche in India, soprattutto Kerala, dove viene utilizzato in piatti della cucina locale. Assume vari nomi a seconda dell’area geografica di produzione: Bird's eye, Boonie, Cabe rawit, Cengek, Cengis, Cili padi, Kanthari mulagu, Kochchi, Ladâ, Lombok rawit, Prik dae luang, Phrik khi nu, Prik-kee-noo, Siling labuyo, Thai dragon, Thai hot, Orange thai e Red dragon. La pianta, molto elegante, ha portamento a forma di alberello e può raggiungere 1 mt di altezza. E’ perenne, con fiori di colore bianco-verdastro, bianco o giallastro. I piccoli frutti, affusolati, spesso 2-3, in un nodo, sono lunghi 2-3 cm. Dapprima verdi, a maturazione completa diventano rossi o giallo-arancioni. In alcune varietà sono di colore giallo, viola o nero. Verdi sono messi in salamoia, rossi sono essiccati o ridotti in polvere. Vengono utilizzati per fare salse piccanti, minestre e stufati, o per accompagnare grigliate di pesce e crostacei. Piccantezza medio-alta, 50.000-100.000 SHU.