L' ortoterapia benessere gratis

Ortoterapia: la salute vien... zappando!

In una società sempre più tecnologica e virtuale pochi pensano che gli uomini del XXI Secolo per raggiungere un maggior benessere fisico e psicologico abbiano bisogno di un rapporto più stretto con la natura. È invece ciò che emerge, da studi compiuti negli ultimi 15 anni. In particolare, l'azione terapeutica svolta dalle piante si è rivelata importante nei confronti di malati e diversamente abili.

L’ortoterapia è difatti una "nuova" terapia alternativa, capace di migliorare lo stato di salute degli individui, sia da un punto di vista prettamente fisico che psicologico. L’ortoterapia comprende l'attività nel o con il verde, giardinaggio, la coltivazione di piante e di ortaggi, la cura di una singola pianta da interno (appartamento), attività queste che permettono la cura dell’ansia attraverso la stimolazione dei sensi del tatto, dell'udito, dell’olfatto e della vista.

Tutti noi sappiamo quanto faccia bene una passeggiata nel bosco o in un parco cittadino quando si è molto stressati e stanchi: la semplice visione degli alberi e dei colori dei fiori , i profumi e i suoni, riescono a risollevare il morale, questo anche ai malati, ai disabili ed ai depressi. Se tutto questo è vero, si può comprendere come un rapporto attivo o passivo con la natura possa ulteriormente favorire le proprietà terapeutiche naturali degli spazi verdi.

L’ortoterapia lavora con un materiale vivente: le piante.

Esse contribuiscono a curare particolari disabilità o il semplice disagio (stress, depressione, ansia, senilità, tossicodipendenza, stato di detenzione, ecc.). Negli orti-giardini terapeutici sicuri, si trova o si ritrova la fiducia nelle proprie capacità a far vivere, crescere e curare un essere vivente, si sviluppa un metodo di lavoro, personale, coinvolgendo tutti gli operatori specifici, personale sanitario e famigliari, consentendo di raggiungere obiettivi mirati. Fornisce dunque nuove motivazioni e nuovi stimoli ed in questo senso, è in grado di dare un sostegno molto importante a persone che soffrono di gravi patologie. Molto importante è anche il lavoro di gruppo nell’ortoterapia, che può facilitare la socializzazione, vincere il senso di isolamento e di inutilità personale (autismo, stati paranoici, handicap fisici ecc.). Un altro aspetto positivo di questa terapia ‘verde’ è il fatto che richiede uno sforzo fisico, anche se limitato ed è dunque utile nei casi di astenia o nelle convalescenze.

 

La "breve", secolare storia dell'ortoterapia

La storia dell'ortoterapia, conosciuta nel resto del mondo col termine inglese di Horticultural Therapyaffonda le radici nei più lontani meandri del tempo. Tutto ciò potrebbe suonare strano dal momento che nella nostra realtà il termine "ortoterapia" o, ancor meno "Horticultural Therapy" non vengono mai nominati. Eppure è da una vita, anzi molte di più, che per rilassarci facciamo passeggiate nei boschi o ci dedichiamo alle più variate attività nella natura.

L'ortoterapia, nacque quasi per caso intorno al 1600 quando la povertà nei paesi anglosassoni non permetteva ai meno abbienti di essere ricoverati in ospedale senza dover ripagare l'ospizio delle cure ricevute. A questi veniva infatti chiesto di prendersi cura, durante il ricovero del giardino dell'ospedale.

Con grande stupore dei medici, non solo il lavoro nel giardino non sembrava essere di peso ai malati, ma questi parevano guarire più in fretta dai loro malori rispetto ai pazienti più ricchi che potevano permettersi di pagare l'ospedalizzazione senza dover lavorare. 

Questo fatto, difficile da spiegare dalla medicina del tempo, venne apparentemente dimenticato o semplicemente giudicato poco importante, poiché  l'ortoterapia restò per molto tempo un modo per pagare l'ospedale piuttosto che un processo terapeutico e curativo. I pregi dell'ortoterapia vennero riscoperti in Inghilterra negli anni che seguirono la prima e la seconda guerra mondiale, quando a diversi reduci di guerra, feriti fisicamente e psicologicamente venne prescritta una forma rieducativa molto simile all'odierna Ortoterapia. Attraverso il contatto con la natura, gli ex soldati riaquistavano salute, capacità motorie, stabilità mentale e gioia di vivere.

 

L'ortoterapia oggi

Mentre in Europa l'ortoterapia sta muovendo i suoi primi passi, negli Stati Uniti quest'ultima viene praticata da circa 40 anni. Vi sono centri specializzati di fama internazionale, vi sono reparti di ortoterapia negli ospedali importanti (Ospedale universitario di New York) ed è una facoltà Universitaria. La situazione in Europa è diversa in quanto mancano ancora strutture basilari per la formazione di personale qualificato. I corsi-seminari formativi dell'HTS, infatti, vanno proprio in questa direzione.

 

Associazione Svizzera per l'ortoterapia