il quaderno dell' orto/ la pacciamatura


La pacciamatura

La pacciamatura è una pratica agronomica che ci permette di inibire il proliferarsi delle erbe infestanti del nostro orto o in giardino e  allo stesso tempo evita nei mesi estivi una evaporazione troppo veloce delle acque di irrigazione, aiuta a creare un microclima isolando di fatto  le radici dalle basse temperature permette che i frutti non di sporchino o marciscano a contatto del terreno.

È una lavorazione tanto utile quanto facile da mettere in atto. 

Possiamo usare svariati materiali per pacciamare :  dalla paglia alle foglie,  dai teli pacciamanti di polietilene a altri  in materiale biodegradabile (abbastanza costosi) composti da amido di mais o con un mix di cellulosa e torba che possono essere lasciati tranquillamente in campo. La pacciamatura con paglia forse quella a minor costo se reperibile, prevede uno strato minimo di 3-4 cm di spessore è consigliabile in colture protette, (piccoli tunnel, serrette ecc.) per evitare che il vento trasporti via la paglia. E' totalmente degradabile, contribuisce quindi al miglioramento della struttura del terra apportando alte quantità di azoto   può essere quindi lasciata sul terreno alla fine della coltura.

I teli pacciamanti veri e propri sono film di polietelene di svariate misure con o senza buchi che permettono una copertura integrale del terreno, permettendo la formazione di microclima adatto alle colture anticipate. 

Questo tipo di pacciamatura va usato su porche rialzate di almeno 15 cm dal livello del terreno, fermate con ganci a U oppure con terra, le colture dovranno essere provviste di linee di irrigazione a goccia o con tubo poroso, poste sopra o sotto il telo. Unico svantaggio, è lo smaltimento dei teli dopo la fine delle colture, che comunque se usati in modo ottimale possono essere usati anche l' anno dopo. Esiste anche un altro tipo di telo pacciamante chiamato telo antialga, sempre in polietelene, ma che permette il passaggio dell' acqua, per la sua speciale fattura composta da tante striscioline  di polietelene messe assieme quindi tra i vantaggi, il passaggio di acqua,  una areazione capillare sotto il telo, e la possibilità d' uso per svariati anni.

Con la pacciamatura possimo coltivare quasi tutti i tipi di ortaggi dalle insalate ai pomodori, dalle melanzane ai peperoni, dai cavoli ai peperoni ecc.

per finire due parole sui teli composti da amido di mais o con un mix di cellulosa e torba, usati come le altre pacciamature descritte, ma ancora molto cari. ( euro 9,00 per un telo di metri 1 per 10 )

Gli effetti benefici della pacciamatura si vedono anche quando la colonnina di mercurio scende, soprattutto se si utilizzano materiali naturali come foglie secche o paglia. In questo caso la copertura del suolo funziona da isolante termico e consente di mantenere il terreno a una temperatura lievemente superiore rispetto a quella dell’aria, a tutto beneficio dell’apparato radicale.

Per finire non si può non citare l’effetto benefico in caso di piogge, visto che la pacciamatura protegge il suolo da fenomeni erosivi, conseguenti ad eventi di una certa intensità o frequenza, su terreni non coperti da vegetazione.

 

 

In questa pagina troverai tutte le descrizioni per le tue semine mensili. Le indicazioni che troverai ti aiuteranno a seminare tutti gli ortaggi in modo ottimale con indicazioni sulla luna (calante e crescente), sui sesti d' impianto, sulle semine in semenzaio, oppure sotto copertura, quando trapiantare gli ortaggi e quando raccoglierli. Per il momento la pagina è dedicata agli ortaggi e alle aromatiche. Naturalmente ogni semina è condizionata dalla zona climatica e dai fattori meteorologici.  Buona ricerca  

Telo pacciamante biodegradabile
Telo pacciamante biodegradabile
Telo pacciamante anti alga
Telo pacciamante anti alga
Pacciamatura con paglia
Pacciamatura con paglia