Farina di ossa

Farina di ossa
Farina di ossa

 

Questa farina di origine animale viene ottenuta dalla polverizzazione delle ossa di animali provenienti dai macelli. Dal momento che le ossa sono ricchissime in calcio, questo fertilizzante ne apporta grandi quantità e viene comunemente impiegato per migliorare le caratteristiche dei terreni eccessivamente acidi, riportandoli verso la neutralità. Il contenuto di azoto è invece piuttosto basso (di solito non supera il 5%), mentre è buona anche la dotazione di fosforo (15-18% circa) .L’utilizzo della farina di ossa è sconsigliabile per le piante calcifughe che non tollerano questo elemento, come ad esempio azalee, ortensie, gardenie e rododendri. Inoltre bisogna considerare il fatto che questo prodotto rimane a lungo nel terreno, rilasciando calcio anche a distanza di uno o due anni dalla somministrazione. Pertanto, anche in futuro bisognerà evitare di seminare piante calcifughe nel terreno trattato. La farina di ossa è particolarmente indicata in frutticoltura e nella coltivazione delle piante ornamentali in genere.