Mese di Maggio



 

 

A maggio, nell'orto, aumenta il lavoro e molti ortaggi, grazie all'innalzamento della temperatura, della luminosità, e a un maggior numero di ore di luce diurna, sono in piena fase di crescita, dunque è necessario seguire e curare attentamente lo sviluppo delle varie colture.

In questo periodo, insieme alle piante crescono anche i parassiti, che devono essere combattuti, bisogna intervenire già all'inizio del loro apparire, affinché non vadano a compromettere in parte o totalmente la corretta crescita di un'intera coltura, effettuando trattamenti mirati con prodotti naturali.

Se nel mese precedente si sono verificate delle brinate tardive che hanno danneggiato gli ortaggi più delicati, potete trattare le piante colpite con propoli, equiseto e ortica che le aiuteranno a riprendersi meglio dallo stress e a rivegetare più rapidamente, se invece una gelata fuori stagione avesse compromesso gran parte delle colture,non disperate perché c'è ancora tempo tutto il mese di maggio a riseminare e a ritrapiantare gran parte delle varietà distrutte.

In questo mese si possono seminare : cetriolo, cocomero (anguria), melone, zucca e zucchino, basilico. lattuga estiva, fagiolo e fagiolino, cavolfiore precoce e cavoli estivi-autunnali; si possono trapiantare: cetriolo, cocomero, melanzana, peperone, pomodoro, sedano, lattugha e scarola, cappuccio estivo-autunnale.

Quando mettete a dimora gli ortaggi che hanno bisogno di essere sorretti o che devono arrampicarsi (pomodoro, cetriolo peperone, zucca e zucchino, fagiolo e fagiolino), sistemate subito i sostegni, prestando la massima attenzione ad usare del materiale robusto e ben ancorato al terreno, per permettere alle colture in oggetto di concludere il loro ciclo di coltivazione senza danni e a voi di ottenere la massima produzione.

Insieme alle colture, in questo periodo si sviluppano velocemente anche le erbe infestanti che vanno tenute sotto controllo, estirpandole prima che prendano la prevalenza sulle piante coltivate. Adottare la pacciamatura tra le file è un ottimo sistema per contenere l'invasione delle "malerbe"e per risparmiare fatica nel lavoro di diserbo, inoltre si ottiene il molteplice vantaggio di proteggere il terreno dagli eventi meteoreologici e di mantenere la fertilità, la sofficità e la giusta umidità del terreno, con notevole risparmio risparmio di tempo e di acqua nell'irrigazione.

Da questo mese diventa sempre più impegnativo somministrare acqua agli ortaggi che lo necessitano, a causa del progressivo aumento della temperatura. E' buona norma non bagnare la parte aerea delle piante, ma intervenire dirigendo il getto d'acqua alla base, per prevenire o comunque non facilitare l'insorgere di pericolose malattie fungine. Molte di queste infatti ( peronospora, septoria, ecc...)si sviluppano quando la pianta rimane bagnata per diverse ore. Anche esagerare nella quantità di acqua può risultare dannoso, perché i ristagni d'acqua nel terreno possono provocare marcescenze delle radici e del colletto delle piante e spaccature nei frutti.

 

 

Giugno, Luglio. Agosto, Settembre, Ottobre, Novembre, Dicembre.