Sclerotinia del pomodoro (Sclerotinia sclerotiorum)

Sclerotinia del pomodoro,
Sclerotinia del pomodoro,

 

Sulle piante di pomodoro, soprattutto in coltura protetta, gli attacchi di sclerotinia sono relativamente comuni e portano ad una rapida morte dei soggetti colpiti.

Le infezioni interessano prevalentemente la base del fusto per un tratto di svariati cm a partire dal suolo; i tessuti malati appaiono inizialmente imbruniti, sfibrati e successivamente si ricoprono di u feltro miceliale biancastro, all'interno del quale si ritrovano dei corpiccioli duri e nerastri (sclerozi).

Anche sui frutti prossimi al terreno si possono ritrovare gli esiti della malattia sotto forma di lesioni bruno-nerastre.

Responsabile di questa micopatia è la Sclerotinia sclerotiorum, un fungo assai polifago in grado di attaccare anche il pomodoro.

La malattia colpisce maggiormente gli impianti di pomodoro con sesti di impianto fitti e poco areati ed è favorita da repentini sbalzi di temperatura.

Gli interventi di questa malattia crittogamica si basano su ampi avvicendamenti colturali, su un accurato drenaggio del suolo e su un sufficiente distanziamento delle piante in modo da consentitire una buona

aerazione. E' consigliabile effettuare trattamenti con macerato di equiseto ogni 15 giorni per fortificare le difese della pianta